giovedì 31 gennaio 2013

Ci siamo divertite


Mod_Costanza RossoAmaranto
Ciao a Tutti!
L'altro giorno con la LaCrì ho partecipato allo shooting per la realizzaione di un mini catalogo insieme a ModartPiù di Ivana Schiabel.
Siamo state ospitate all'interno di un Agriturismo (termine peraltro riduttivo) a San Biagio di Callalta (Tv) che si chiama "Al Redentor", ristrutturazione moderna in un contesto rurale - che a me piace particolramente - e ci ha accolti un titolare squisito.
C'erano le tre modelle - Michela Cason, Mara Marchetti e Cristina Peruzzi - Ivana Schiabel, il fotografo Andrea Targon ed io.
Si è subito creata un'atmosfera familiare grazie alla contagiosa allegria delle ragazze che non si sono risparmiate nè lamentate per il freddo (era una classica giornata umida e gelida della pianura padana in inverno), all'ironia silenziosa di Andrea ed alla supervisione scanzonata di Ivana e mia!


Michela Cason con Mod_Alberta CaprifoglioBeige

Tra trucchi, calze, prove di scarpe e stivali, outfit originali, affettati e Rabosello abbiamo cercato di ricreare delle situazioni il più possile naturali e realistiche.


Cristina Peruzzi con Mod_Alberta RosaMalva

Mara Marchetti con Mod_Alberta VerdeSmeraldo

Ma soprattutto ci siamo divertite!

Bisognerebbe che fosse sempre così ;)

Grazie a Tutti e Vi aggiorno con le foto quelle vere... queste non sono le originali di Andrea, ma quelle rubate durante il backstage!

domenica 13 gennaio 2013

La storia continua

Dopo il primo esperimento, dovevo proseguire e perfezionare il prodotto sia in termini di design, che di materiali - pelle e tessuti - che di accessori.
Ma sopratutto dovevo trovare un marchio che mi identificasse che fosse facile da ricordare e da pronunciare, non troppo lungo nè troppo corto.
Ora - da sempre - per le persone che mi circondano e conoscono - a parte qualche strettissimissimo parente che mi chiama con un nomignolo che non dico, ma che comincia - fatalità sempre con la C - io sono la Crì: è arrivata la Crì! buogiorno signora, c'è la Crì? Ed io stessa mi sono sempre presentata così: buongiorno signora, sono la Crì, c'è Vanessa? Pronto ciao sono la Crì e così via.
Quando ero dunque in procinto di scegliere con quale marchio battezzare le mie creature è uscito un film di Checco Zalone "Cado dalle nubi" nel quale presentava suo zio alla sua ragazza così: questo è lo Zio, e lo Zio a sua volta si presentava così: piacere sono lo-zio. Vabbè - scritta così non fa molto ridere - ma se avete visto il film forse avete capito di cosa sto parlando.
Ad ogni modo è stato un attimo: il marchio era deciso: "LaCrì" così, tutto attaccato, non poteva che essere così!
Oltre al lettering volevo però abbinarci anche un simbolo, un segno che fosse riconoscbile, e cosa se non la lettera "C" ??
Oltre alla C però doveva anche esserci un'immagine che richiamasse il mio essere un po' romantica e così ho scelto quella del fiore caprifoglio.
A quel punto, dopo aver scarabocchiato qualcosa, ho affidato ad un'agenzia la trasposizione del tutto affinché fosse leggibile.
Ed eccolo qui. Il resto alla prossima puntata!